Cucina naturale un corso per imparare

Home/Anteprima, Blog "Al Centro", Corsi di cucina naturale, Ristorante/Cucina naturale un corso per imparare

Cucina naturale un corso per imparare

Un articolo citava che cuochi (naturali) non si nasce ma si diventa
e noi lo confermiamo. Non è particolarmente difficile, oltre alla passione occorre tempo e attenzione.

I piatti proposti dagli operatori del ristorante guardandoli possono apparire non particolari, ma degustandoli i clienti sono certi che contengano un segreto e chiedono che venga loro svelato. Non sono realmente segreti più che altro accorgimenti. Sicuramente tanto è dato dalla scelta di utilizzare materie prime biologiche e di abbinarle tra loro rispettandone la stagionalità. A questo si aggiunga la modalità di taglio, di cottura e di preparazione degli stessi ingredienti.

Pina Siotto, la nostra insegnante, è pronta a trasmetterli a chi si iscrive ai corsi proposti nelle domeniche pomeriggio. Li ha strutturati in quattro appuntamenti dopo i quali cereali, legumi, verdure di mare e di terra non saranno più così temuti. Per chi si approccia alla cucina vegetaliana sarà utile per capire come sostituire le proteine animali con quelle vegetali e come sia possibile fare dolci dolci senza usare zucchero, uova o latte. Se non avete mai provato la versione vegana della nostra Sacher non fatevela scappare la prossima volta che la troverete inserita in menù!

Cucina naturale un corso per imparare

Anzi, due sono i corsi in programma per i prossimi mesi. Avete letto che si tratta di quattro incontri. II 24 marzo inizia il primo corsoe per soddisfare le tante richieste è stato programmato un secondo ciclo che partirà la domenica successiva.

Cosa occorre? ovviamente iscriversi rivolgendosi in segreteria. Munirsi di materiale per appunti, un grembiule e un buon coltello da cucina. Il corso infatti è teorico e pratico. A turno i partecipanti collaboreranno attivamente a pulire, tagliare, mescolare, cuocere e a fine lezione avranno modo di consumare il menù preparato durante la lezione.

Chi si ritrovasse a leggere queste righe per caso o per chi non abbia ancora avuto modo di mangiare al centro natura consigliamo di leggere “Vegetaliana, note di cucina italiana vegetale“, il libro scritto da Pina per I Quaderni del Loggione. Per chi ha scelto di seguire una dieta vegetaliana, è un invito a non rinunciare a scegliere tra le buone atmosfere dei piatti della tradizione. Per chi invece alla tradizione è ancora molto legato, è un invito a non scandalizzarsi nel vedere i piatti di sempre trasformati da ingredienti nuovi… ssaggiarli: si potrebbero avere delle piacevoli sorprese!

Cucina naturale un corso per imparare