CLIMA FACCIAMO IL PUNTO

CLIMA FACCIAMO IL PUNTO è uno degli “incontri per l’ambiente” organizzati da Centro Natura per affrontare costruttivamente l’argomento.

Venerdì 6 dicembre 2019 alle ore 20:45 nella sala del camino.

Appuntamento nato dall’incontro con Massimo Brundisini che, sapendoci sensibili e motivati a trattare l’argomento, ci ha presentato un libro da un titolo lunghissimo e pretenzioso.

DRAWDOWN, il piano più completo mai proposto per invertire il corso del riscaldamento globale, di cui ha curato la traduzione italiana edita da Il Viaggio nel Tempo.

Drawdown di Paul Hawken, best seller del New York Times, è stato definito la risposta della Scienza all’Enciclica “Laudato Sì’ – Sulla Cura della Casa Comune” di Papa Francesco.

Per la prima volta una coalizione internazionale di ricercatori si è unita per offrire una serie di soluzioni realistiche e avanzate ai cambiamenti climatici.

200 ricercatori di tutto il mondo propongono 100 soluzioni per risolvere la crisi climatica.

Tutte le tecniche descritte nei vari settori (Energia, Alimentazione, Donne e Giovani Donne, Edifici e Città, Uso del Suolo, Trasporti e Materiali) sono economicamente valide e comunità in tutto il mondo le stanno già attuando.

Clima facciamo il punto

Maurizia Giusti, dai più conosciuta come Syusy Blady, artista da sempre sostenitrice del rispetto dell’ambiente conduce la serata.

Partecipano inoltre Vittorio Marletto, Responsabile Osservatorio Clima ARPAE, e Carlo Poggi Pollini, Ricercatore con incarico di Insegnamento presso la Facoltà di Agraria Università di Bologna Alma Mater Studiorum.
I loro interventi verteranno rispettivamente su “La crisi climatica, effetti cause e rimedi” e “Cambiamenti climatici ed effetti sulle avversità delle piante“.

Ovviamente interviene anche Massimo Brundisini parlandoci del libro che ha già presentato in varie città e che ha ottenuto molta attenzione nel corso dei pochi mesi da cui è uscito.

Vi attendiamo partecipi e costruttivi, insieme, per il nostro pianeta.

Riteniamo il riscaldamento globale non come un’inevitabilità, ma come un invito a costruire, innovare e fare cambiamenti. Un percorso che risveglia la creatività, la compassione e il genio. Questa è l’agenda umana. Quindi cosa aspettiamo?
Paul Hawken –

L’ingresso è gratuito e non occorre la prenotazione.

 

Clima facciamo il punto a Bologna