Camminare fa bene #bolognanonsiferma

Camminare fa bene #bolognanonsiferma

Camminare fa bene, lo sappiamo. Lo sappiamo e lo pratichiamo.

Lo pratichiamo grazie alla volontà di chi da tanti anni organizza per ogni domenica un nuovo percorso e dei vari istruttori che individuano l’itinerario e si mettono in testa al gruppo.

Corona Virus e sospensione eventi

Gli accadimenti e le conseguenti recenti direttive ministeriali impongono di annullare eventi che possano dare luogo ad adesioni numerose. Visti i numeri di partecipanti alle ultime due camminate effettuate in febbraio abbiamo ritenuto doveroso sospendere ogni proposta anche per la prossima domenica 8 marzo.  Sarebbe stato Edoardo Fabbri a condurre il gruppo accompagnato da Laura Villanova e avrebbero dedicato la camminata a “storie di donne”. Ma così non sarà.

#bologna non si ferma, accetta la sfida

Paola Samoggia, ideatrice e coordinatrice del progetto “Camminate con istruttore“, ha avuto un’idea m e r a v i g l i o s a !
All’insegna di #bolognanonsiferma ha chiesto ai vari istruttori, che hanno accompagnato di domenica in domenica in questo 2019-20 i camminanti, di proporre una tappa a loro cara o che potesse richiamare la ricorrenza della giornata internazionale delle donne. Hanno aderito tutti ed ecco composto virtualmente un percorso che i “camminanti centro natura” possono fare in autonomia nel cuore della nostra bellissima città … con finale in dolcezza! Eh sì perchè la sfida lanciata è quella di testimoniare con foto di aver raggiunto le varie tappe per accedere al premio in palio.

8 tappe per l’8 marzo

Partenza dalla sede di Centro Natura —> la prima tappa, proposta da Edoardo Fabbri, istruttore di Pilates,  è al Centro delle Donne dove ha sede la Biblioteca Italiana delle Donne. Essendo domenica la troverete chiusa, ma ci basterà una foto al suo ingresso. Se non la conoscete vi suggeriamo di tornarci in giorno feriale.

Flavia Calzà, istruttrice di Nordic Walking, ha definito i Giardini Margherita quale seconda tappa, suggeriti perchè a lei piace percorrerli in lungo e in largo con i bastoncini. Non vi chiediamo di farlo nei suoi 26 ettari di estensione; scegliete il posto per voi migliore che possa testimoniare che ci siete passati.

Salendo per via Castiglione arrivate alla terza tappa definita da Pierpaola Guccini, istruttrice di Ginnastica posturale – Expeditus e di Ossa per la vita®. Fatevi uno scatto davanti all’ingresso del parco di Villa Revedin.

Quarta tappa: Silvia Nannetti, istruttrice di Ginnastica posturale e Metodo Feldenkrais®, la propone alla Ex Maternità di via D’Azeglio, nel complesso conventuale di San Procolo. Scegliete voi l’angolazione migliore per farci capire che siete passati anche da qui.

Riempi la borraccia

Abbiamo detto che “Camminare fa bene #bolognanonsiferma”? E allora si riparte.

Gabriella Gamberini, istruttrice di Yoga è stata clemente e dopo soli 500mt di passo veloce vi porta a raggiungere come quinta tappa il simbolo della città dedicato all’acqua la fontana del Nettuno.

La sesta tappa vi permette di calpestare in direzione nordest il centro della nostra città fino a raggiungere la sede di Porto 15, il cohousing che ha ospitato il via di una delle ultime camminate organizzate proprio da Francesca Maurighi, autentica walking leader.

E’ al Parco della Montagnola, il primo vero giardino pubblico di Bologna, che ha pensato Laura Villanova, altra walking leader di supporto al progetto camminate, come settima tappa. Arrivateci dalla splendida scalea del Pincio per ammirare la fontana che Carducci definì la moglie del gigante (Nettuno). Risalitela per raggiungere la fontana degli animali posta al centro del parco e … sorridete per l’ultimo scatto.

Eh sì, siete ormai pronti per l’ottava e ultima tappa che vi porta a concludere il giro per andare a ritirare il vostro premio al ristorante di Centro Natura: dolce ma non troppo! Arrivate fino alla cassa del ristorante e mostrate le foto scattate, poi scegliete quello che più vi aggrada e visto che siete qui fate un’altra foto ricordo e inviatecele tutte a info@centronatura.it.

Queste le indicazioni di massima, qui la descrizione più precisa del percorso da scaricare.

Ci auguriamo che camminando, il vostro sistema immunitario ne abbia tratto beneficio, visto che tra le tante definizioni del camminare c’è quella che lo indica come “un atto curativo in sé che predispone alla guarigione”.  E, in questo particolare momento, che sia utile anche alla prevenzione e a stimolare il buon umore.
A proposito di prevenzione vi rimandiamo i consigli della Scuola di Naturopatia .

In attesa che le nostre camminate con istruttore possano riprendere vi auguriamo buoni passi!

 

camminare fa bene #bolognanonsiferma