Ricettario di viaggio

Ricettario di viaggio è un libro e un’esposizione

Sabato 16 marzo alle ore 17:30 viene presentato Ricettario di viaggio – In Alto Molise alla riscoperta delle erbe spontanee e dei loro usi popolari.

Il libro è sia un ricettario di pietanze che di rimedi naturali raccolti da Enrico Campagni e Benedetta Marchetto durante un viaggio in Alto Molise, attraverso interviste ad anziani del luogo. Accostate alle ricette vi sono stralci di interviste e descrizioni dei luoghi attraversati.

L’opera é completata da una collezione di tavole d’arte botanica, curate da Valentina Grossi, con relative schede informative delle piante officinali presentate. Le tavole rimarrranno esposte nei locali del ristorante fino al 10 aprile.

Cosa resta dei rimedi popolari dell’Alto Molise, o meglio, come si stanno preservando? Come i vecchi saperi si intrecciano con la realizzazione di nuovi festival dedicati e corsi di erboristeria? L’antico mestiere di raccoglitore di erbe si può unire ad un centro di accoglienza per richiedenti asilo? E le ricette di una volta con il neoruralismo e l’uso di internet?

Ricettario di viaggio

E’ un testo che offre un’idea del nuovo processo di ibridazione culturale attraverso uno spaccato di vite e luoghi così come di rimedi e pietanze il cui denominatore comune è l’amore per le erbe spontanee.

La presentazione sarà accompagnata sia da letture di stralci del diario di viaggio e delle ricette raccolte che da musiche tradizionali del mediterraneo suonate dal vivo.

Ingresso gratuito, aperto a tutti.

Al libro è dedicato il menù della cena preparata dai cuochi del ristorante biovegetariano, a base di erbe selvatiche, ispirato da alcune ricette contenute nel libro.

Valentina Grossi è alla sua seconda esposizione al centro natura. Nella primavera 2018 aveva presentato Il giardino di Calipso. Laureata all’Accademia di belle arti di Bologna in scenografia.
Lavora da diversi anni nel campo del restauro ligneo e pittorico, collabora al progetto artistico ArS RuRaliS che indaga il rapporto tra umano e natura. Affascinata dalla pittura antica, studia in profondità diverse tecniche pittoriche tra cui la miniatura occidentale e indiana, l’illustrazione botanica, l’anatomia umana.

 

Ricettario di viaggio a Bologna